>> venerdì settembre 11, 2015

MALATTIA DI HUNTINGTON E PROBLEMATICHE FAMILIARI. SEMINARIO AICH PRESSO CENTRO MALATTIE RARE ASL DI BRESCIA IL 10 FEBBRAIO

Si conclude con un seminario sulle problematiche familiari e gli aspetti sociali il progetto Aich di reti familiari realizzato nella provincia bresciana.
Il seminario presenterà i risultati del progetto e approfondirà il bisogno di cure e assistenza competenti, l’offerta dei servizi, le tematiche familiari, gli aspetti diagnostici, terapeutici e le strategie per lo sviluppo di nuovi farmaci. Interveranno il direttore dell’Asl Brescia Carmelo Scarcella, la presidente dell’Aich Milano Anna Cappella, il responsabile Aich Lombardia Claudio Mustacchi, la Psicologa del Centro Territoriale Malattie Rare Anna Bartoli, la psicologa Aich Annalisa Mapelli, la neurologa dell’Università di Brescia Chiara Agosti e la ricercatrice dell’Università degli studi di Milano Chiara Zuccato.
Grazie alla disponibilità dell’Asl di Brescia, anche quest’anno è stato possibile proseguire il progetto già avviato nel 2010, con l’obiettivo di creare una rete di solidarietà sociale a partire dalle risorse presenti nel territorio.
In particolare il lavoro di quest’anno è stato una prosecuzione del progetto precedente per la creazione di un gruppo di auto-mutuo-aiuto tra i familiari dei malati condotto da una psicologa dell’AICH, in modo non solo di consolidare la relazione e l’unione tra i partecipanti che già avevano partecipato agli incontri di gruppo lo scorso anno, ma eventualmente poter allargare l’iniziativa anche a famiglie nuove, appena incontrate.
E’ stato molto importante conoscere e poter lavorare insieme al Centro Malattie Rare dell’Asl di Brescia che ha condiviso insieme all’associazione il lavoro attraverso l’affiancamento di una propria psicologa. Questo contatto essenziale sul territorio ha consentito all’AICH di conoscere numerose nuove situazioni familiari e soprattutto di offrire alle famiglie un riferimento essenziale per quanto riguarda le cure e l’assistenza dei propri malati” racconta la dott. ssa Annalisa Mapelli, psicologa AICH e conduttrice dei gruppi AMA (Auto Mutuo Aiuto).
Sono stati effettuati 10 incontri di gruppo a cadenza mensile nel corso di tutto il 2011 ed è stato offerto uno spazio di sportello psicologico individuale per chi lo richiedesse.
“Al termine del percorso insieme il gruppo si è rivelato decisamente motivato e molto coeso, solidale e soprattutto di grande aiuto per tutti i partecipanti. La condivisione è stata molto importante così come la possibilità di essere ascoltati e supportati nella presa di alcune decisioni per i propri malati. Molto bello è stato il clima che lentamente si è creato tra i familiari, persone molto accoglienti e davvero sempre disposte a mettersi in gioco” dice la dott. ssa Mapelli.
Il risultato forse più importante è il fatto che il Centro Malattie Rare ha deciso di valorizzare il lavoro svolto proseguendo gli incontri di gruppo.

PROGRAMMA

Programma Convegno AICH