>> lunedì marzo 16, 2020

Regione Lombardia: misura B1, domande fino al 30 aprile

Regione Lombardia ha comunicato l’approvazione da parte della Giunta della delibera n. XI/2954 che garantisce la continuità della Misura B1 per gli utenti in carico al 31 gennaio, anche in caso di mancata presentazione della domanda.

Considerato l’evolversi dell’epidemia di Coronavirus e delle restrittive prescrizioni imposte a livello nazionale per contenere il contagio, lunedì 16 marzo la Giunta di Regione Lombardia ha approvato una delibera con cui stabilisce le nuove modalità per l’erogazione delle risorse stanziate con il Fondo per la non autosufficienza (FNA) e per il rinnovo delle domande per la Misura B1.

Il provvedimento ha lo scopo di garantire la continuità della misura B1 in favore dei disabili gravissimi nell’attuale contesto emergenziale causato dal Coronavirus attraverso due azioni:

  • differisce il termine di presentazione della domanda dal 31 marzo 2020 al 30 aprile 2020 per persone in continuità;
  • garantisce alle persone in carico alla Misura B1 per i mesi di febbraio e marzo 2020 la continuità nell’erogazione delle risorse a prescindere dalla condizione economica (ISEE) e anche in assenza del perfezionamento della domanda, pur con modalità diverse da un mese all’altro.

Per i beneficiari della Misura B1 in carico al 31 gennaio 2020, il buono per il mese di febbraio verrà pagato entro il mese di marzo e avrà lo stesso valore di quello versato nel mese di gennaio anche in assenza di presentazione della domanda e a prescindere dalla valutazione economica. Mentre per il contributo per il mese di marzo (che verrà pagato entro aprile) l’importo è fissato a 600 euro per coloro che non hanno presentato domanda di rinnovo. Per coloro che invece hanno presentato domanda di rinnovo, il contributo sarà corrispondente a quanto dichiarato nella domanda, anche se incompleta di documentazione (dovuta ad oggettiva difficoltà di reperimento) e in attesa di perfezionamento.

Leggi il testo della DGR.

800.318.318 – È IL NUMERO VERDE DI REGIONE LOMBARDIA PER INFORMAZIONI PER I SERVIZI DI CONSEGNA SPESA E FARMACI A DOMICILIO – RICETTE E REFERTI ONLINE – COME UTILIZZARE STRUMENTI DI CHAT E VIDEOCHIAMATE PER CONTATTARE I PROPRI CARI.

Tuttavia, in un contesto, contrassegnato da crescenti difficoltà materiali così come da incertezze e ansie, si è ritenuto che lo sforzo compiuto da Regione con l’approvazione della Dgr 2954/2020 non sia ancora sufficiente a garantire a tutte le persone con “disabilità grave e gravissima” quanto serve loro per vivere questo periodo in modo dignitoso.

Per questo Ledha insieme a Huntington Onlus  e altre 11 associazioni regionali di persone con disabilità, ha chiesto a Regione Lombardia di rinviare il Piano regionale per la non autosufficienza.

Il rischio, infatti,  è quello di lasciare alcune famiglie (e in modo particolare quelle con minori relazioni sociali e risorse culturali) prive di risorse pari a 500 euro al mese, in una situazione dove sta diventando sempre più difficile anche l’acquisto di servizi domiciliari essenziali, attraverso i voucher. “Vincolare alla presentazione della domanda di rinnovo, la possibilità di continuare a ricevere il sostegno fino ad ora percepito, ci sembra una previsione che poco a che fare con la tutela dei diritti essenziali delle persone con disabilità”, si legge nella lettera.

Nel concreto, si chiede di sospendere, in tempi brevissimi, l’attuazione del nuovo Piano regionale per la non autosufficienza fino alla fine dell’emergenza Covid19. Al tempo stesso si chiede di garantire continuità di trattamento a tutte le persone prese in carico (per la misura B1 e per la misura B2) alle stesse condizioni del 2019. Infine viene richiesto a Regione Lombardia di concentrare le energie disponibili presso Comuni e Ats per permettere l’accesso alla misura a tutte le persone che ne avessero, nel frattempo, maturati i requisiti.

Clicca qui per leggere la lettera*.

*La lettera è stata firmata da LEDHA, AISLA, AISM, ANFFAS Lombardia, ANGSA Lombardia, Associazione Famiglie SMA Associazione Aldo Perini, AUS Niguarda, Comitato 16 novembre, Comitato Lombardo per la Vita Indipendente, Comitato Uniti per l’Autismo, Huntington ONLUS, UILDM – Comitato Regionale Lombardo Unione Lotta alla Distrofia Muscolare